Riqualificazione e contabilizzazione calore

La Ghi.Idro, con sede a Cenate Sopra, provincia di Bergamo, mette a disposizione dei clienti un pacchetto completo per la riqualificazione e contabilizzazione di calore, una proposta disponibile per impianti al servizio di piccole palazzine e per condomini di grandi dimensioni. La contabilizzazione porta a cambiare la metodologia di ripartizione dei costi sostenuti dai condòmini, per le spese relative a riscaldamento e acqua calda (quando anche quest'ultima è centralizzata).


Non è più il vecchio metodo basato sui millesimi: con l'installazione di contatori di calore ogni singolo condòmino paga in base a quello che ha veramente consumato con il proprio appartamento. È da sottolineare che un impianto a radiatori riqualificato con contabilizzazione e termoregolazione porta a responsabilizzare i comportamenti individuali riguardo l’utilizzo dell’energia.


La contabilizzazione diretta, quando possibile, prevede l'installazione di un conta calorie, sul singolo appartamento, sulle tubazioni in ingresso e uscita. Il conta calorie si basa sul flusso d'acqua e sulla differenza di temperatura, misura la quota di energia consumata da ogni singola utenza per riscaldare l'abitazione.


Con gli impianti a colonne montanti, nei quali non vi è un punto unico di intercettazione per inserire un misuratore di energia termica, si provvede a eseguire la contabilizzazione indiretta. In questa caso ogni corpo scaldante o radiatore viene fornito di un organo di regolazione (una valvola e una testina termostatica) e di un ripartitore capace di conteggiare, per via indiretta, quanto consuma il singolo corpo scaldante/radiatore.


Il ripartitore provvede ad un conteggio che si basa sulla variazione di temperatura del radiatore e dell’ambiente, in questo modo viene effettuata una valutazione attendibile dell’energia rilasciata dal radiatore all’ambiente. I dati sono raccolti ed elaborati da avanzati software. I moderni sistemi funzionano mediante onde radio, quindi non è necessario l'intervento diretto di un tecnico per la lettura dei dati.


La contabilizzazione ha l'obbiettivo di portare a contenere, ottimizzate il consumo energetico del condominio, quindi di ridurre i costi per il riscaldamento e abbattere le emissioni inquinanti. È difatti necessaria una diagnosi energetica dell'edificio. Poi, con l'intervento sui corpi scaldanti, si deve provvedere ad alcune operazioni in centrale termica, in particolare alla sostituzione del generatore (quando non rispetti il limite di rendimento medio stagionale stabilito dalla legge); alla installazione del contacalorie generale all'uscita del generatore; alla installazione della pompa elettronica modulante; al necessario lavaggio dell'impianto; alla fornitura di un gruppo di alimentazione automatica e riempimento con acqua addolcita.